Cosa fare se hai poco tempo per allenarti

COME OTTENERE UN ADDOME SCOLPITO

Vediamo una strategia semplice e veloce da applicare per ottenere risultati

P

er molti avere un addome scolpito e bene in evidenza è l’obiettivo principale da raggiungere. Ma quanto tempo serve? Come muoversi?

Dipende dalla situazione di partenza e dal livello di definizione che si vuole raggiungere. In molti ci provano da anni, senza mai arrivare davvero al risultato.

La questione è che, spesso, tutto dipende dal tempo e dalla strategia usata. Tutti abbiamo una parete addominale… si tratta di rimanere a dieta per sufficiente tempo da abbassare la % di grasso sotto un certo limite.

Intorno al 15% l’addome inizia a intravedersi. Scendere al 12% comporta avere un livello di definizione ancora più marcato e al 10% ecco che la tartaruga sarà davvero molto visibile.

Ecco come fare

Fase 1

Prima di tutto serve un piano sostenibile. Si possono perdere anche molti kg in poco tempo, ma si tratta di risultati che non durano. Questo perchè la tendenza è poi di tornare a mangiare di più, trovando sfogo nel cibo dopo settimane di tagli drastici delle kcal.

Quindi occorre assicurarsi una partenza ottimale. E il modo migliore per farlo è di assestarsi per un periodo di tempo di qualche settimana in normocalorica e allenarsi con criterio con i pesi.

Per capire qual’è l’apporto calorico di mantenimento si può fare una semplice ricerca su internet. Bisognerà poi applicare poi tutto ciò nella quotidianità per almeno un paio di settimane. Monitorando il peso è possibile valutare la situazione.

Se scende, probabilmente è perchè stavi mangiando di più. Se rimane stabile è indice che eri già in normocalorica, quindi hai una conferma. Se invece sale, probabilmente eri già in deficit.

In tutti i casi, rimani in questa situazione per un paio di settimane e monitora il peso

Vuoi un programma studiato su misura per te? Lascia che ti aiuti a raggiungere il tuo obiettivo.

Fase 2

La seconda fase consiste nell’applicare un deficit calorico. Dopo essersi assestati in normocalorica e con le variazioni di peso, è il momento di applicare un deficit del 10-20% rispetto alla quota di mantenimento. Anche qui bisognerà poi essere costanti e monitorare l’andamento del peso corporeo.

In questa fase è consigliabile valutare un apporto proteico maggiore, così da preservare la massa magra nel processo di dimagrimento.

Fase 3

La terza fase è di assicurarsi un approccio sostenibile. Dopo 10-15 settimane di defict e di perdita di peso, è una buona idea inserire una o due settimane in normocalorica, detta anche diet break.

Fare questo può prevenire gli adattamenti metabolici che avvengono in periodi lunghi di deficit calorico. E’ molto importante prendersi dei piccoli ritagli di respiro dalla dieta, per continuare a fare progressi nel tempo ed evitare stalli.
Dopodichè, sarà possibile tornare in deficit fino al raggiungimento dell’obiettivo.

Oltre a monitorare il peso, è bene anche fare delle valutazioni visive. Utile a tal proposito fare delle foto e confrontare la condizione, così da avere un riscontro sui progressi.

Ecco qui spiegata una strategia veloce ed efficace per ottenere un addome scolpito. A seconda del livello di partenza potrebbe volerci più o meno tempo. Quindi se serviranno molte settimane, ripeti la terza fase a seconda della necessità.

Per altri consigli seguimi su YouTube e Instagram!

Vuoi rimetterti in forma e raggiungere il tuo massimo potenziale? Scopri il COACHING ONLINE !

Vuoi migliorare il tuo fisico? Lascia che ti aiuti a raggiungere il tuo obiettivo.