Morbi vitae purus dictum, ultrices tellus in, gravida lectus.

RISULTATI IN PALESTRA: PERCHE’ NON MIGLIORO?

Gli aspetti da considerare sono molteplici e l’argomento si può affrontare da numerosi punti di vista.

P

er rispondere a questa domanda ho pensato di prendere in esame quelli che sono i principi base dell’allenamento. Infatti sono andato a ripescare un po’ i miei vecchi esami dell’università, in particolare quello di “Teoria e metodologia dell’allenamento”, dove si parlava appunto di questi principi base dell’allenamento.

Andiamo ad analizzarli e cerchiamo di dare una risposta alla domanda “Come mai non miglioro?”

Continuità

Il primo principio dell’allenamento è la continuità. Questa sta a indicare la costanza con la quale si effettua l’allenamento… e qui è dove cascano moltissime persone. Ci si scrive in palestra, si fa un mese, se ne fanno due e poi già al terzo si inizia a mollare.

“E vabbè ma c’è il lavoro”

“E ma devo uscire”

Insomma la continuità è un aspetto fondamentale dell’allenamento perché garantisce una somma degli stimoli e degli effetti a lungo termine e questo porta a degli adattamenti. L’aumento della massa muscolare è un tema complesso che richiede tempo.

Non è una seduta in palestra che fa aumentare la massa muscolare. Non è una settimana. Non sono due mesi… servono mesi e mesi di costanza. Quindi il principio della continuità è fondamentale.

Vuoi un programma studiato su misura per te? Lascia che ti aiuti a raggiungere il tuo obiettivo.

Progressività

Si tratta di fornire stimoli sempre più importanti all’organismo. Questo aspetto è importantissimo nello sport in generale per permettere degli adattamenti. Nel bodybuilding può essere l’aumento dei carichi, un maggior volume, una maggior densità..

Si ha così una somma di effetti che nel tempo danno il risultato. Se vi allenate da anni magari, ma fate sempre le stesse cose e usate sempre gli stessi pesi, allora non andrete da nessuna parte.

Il principio del bodybuilding sta proprio qui! Si migliora se si diventa più efficaci a fare quello che si fa..  sollevare dei pesi, gestire delle pause ecc.

Quello spunto, quello stimolo, quel motivo in più che si da all’organismo per adattarsi. Se non lo fate rimarrete fermi e non avrete risultati.

Gradualità

Spesso c’è quel sano entusiasmo nel volere iniziare e ottenere dei risultati. Il problema è quando si vuole ottenere tutto e subito. Attenzione a questa dinamica, spesso porta a bruciare delle tappe.

Se facciamo il passo più lungo della gamba è probabile che dovremo fermarci prima di ottenere risultati degni di nota. Magari per un infortunio o dei fastidi articolari. E così facendo andremmo a contravvenire al primo principio che abbiamo visto, che è forse uno dei più importanti: la continuità.

Attenzione, la gradualità è un aspetto fondamentale da tenere in conto sia nei principianti che negli avanzati. Un neofita dovrà passare attraverso un lungo periodo di apprendimento, un avanzato dovrà gestire con cautela un possibile aumento dei carichi.

Polivalenza

Si tratta di una gamma di stimoli che devono essere dati all’organismo. Questi si rifletteranno positivamente su determinate capacità. Parlando di bodybuilding ciò avviene variando la programmazione. Non bisogna fossilizzarsi sempre sulle stesse cose.

Se non variamo mai la direzione dei nostri sforzi, non riusciremo a migliorare in determinati aspetti. Facciamo un esempio giusto per capirci. Se non punto in indeterminati momenti della mia programmazione ad aumentare la forza in un certo range di ripetizioni, non riuscirò poi a trasferire questa capacità su un range diverso ad esempio.

In sostanza bisogna lavorare ad ampio spettro, magari giustamente concentrandosi su determinati rep range e schemi di lavoro, ma questo non toglie il fatto che bisogna un po’ spaziare. L’aumento della massa muscolare passa attraverso una serie di stimoli.

Specificità

E’ un principio fondamentale che ci dice che se vogliamo migliorare in qualcosa dobbiamo essere molto specifici. Quindi che cosa si può sbagliare da questo punto di vista? Ve lo spiego con un esempio: se voglio migliorare dal punto di vista della massa muscolare vado in palestra e mi alleno in un certo modo.

Quando sono fuori dalla palestra magari, a parte le mie tre sedute settimanali, mi piace anche nuotare e/o andare in bici. Quindi oltre alle mie tre sedute con i pesi, su base settimanale ne faccio altrettante nuotando e altrettante pedalando. Questo porta a meno risultati perchè disperdo quella che è la specificità nella singola disciplina.

Per diventare davvero bravi e avere dei veri risultati in qualcosa, bisogna essere molto specifici. Occorre battere il chiodo. Vi faccio un esempio su altri sport, così magari ci capiamo. Mio papà è un Triathleta da anni. Il Triathlon e uno sport che racchiude tre discipline: il nuoto, il ciclismo e il podismo.

I più grandi atleti di questo sport, i migliori, i numeri uno sono incredibilmente efficaci tutte e tre le specialità. Ma attenzione, nessuno di questi è così efficace in una singola delle tre discipline come lo è un campione specializzato solo in quello.

Nella vita quotidiana ci sta perfettamente un pò di varietà. Ma se l’obiettivo inizia ad essere ambizioso, bisogna ricordare che massima specificità equivale a massimi risultati.

Individualizzazione

Questo principio dell’allenamento si rifà a quello che è la soggettività. Quindi se un singolo individua ha una determinata predisposizione e determinate caratteristiche fisiche, otterrà il massimo da un lavoro mirato su di lui e sul suo fisico.

Non fare questa valutazione porta a non avere dei risultati o comunque ad averne molti meno.

Conclusioni

Affrontato l’argomento dal punto di vista dei Principi base dell’allenamento, mi sento di concludere con una personale considerazione. Dal mio punto di vista tutto quello che abbiamo detto può essere racchiuso sotto un’unica grande categoria… che è la volontà.

Non possiamo dare la colpa a nessun altro.. non possiamo dare la colpa al personal trainer o al coach..  non possiamo dare la colpa agli altri perché abbiamo avuto una giornata no.. non possiamo dare la colpa al lavoro perché non abbiamo il tempo ecc. ecc.

Tutto dipende da noi. Questo vale nel bodybuilding, nello sport e nella vita in generale. Se volete qualcosa, dovete volerlo davvero. E se lo volete davvero, allora farete tutto quello che è necessario per arrivare al vostro obiettivo.. che sia informarsi meglio per poi ottenere dei risultati, che sia essere costanti e rispettare il principio della continuità dell’allenamento, che sia essere molto specifici.

Se avete la motivazione e volete arrivare a raggiungere il vostro obiettivo, nessuno vi potrà fermare. 

Vi faccio un esempio riguardante uno dei miei più grandi idoli. Arnold Schwarzenegger ha sempre detto che fin da ragazzino aveva questa visione in mente..  voleva diventare il più grande bodybuilder di tutti i tempi.

Come ha fatto lui se è partito da un paesino in Austria disperso fra le alpi austriache ad arrivare in cima al mondo nel suo Sport? Aveva delle doti genetiche incredibili, ma c’erano altri atleti che di certo non gli erano inferiori.

La differenza l’ha fatta il Mindset… ed è quello che conta veramente. Al di là di tutto, il modo per ottenere i risultati è quello!

Per altri consigli seguimi su YouTube e Instagram!

Vuoi rimetterti in forma e raggiungere il tuo massimo potenziale? Scopri il COACHING ONLINE !

Vuoi migliorare il tuo fisico? Lascia che ti aiuti a raggiungere il tuo obiettivo.